Download Free Premium Joomla 3 Templates • FREE High-quality Joomla! Designs BIGtheme.net

Un Autunno Ayurvedico

autunno1

Utilizzando la pratica della consapevolezza dei cinque elementi (panch mahabhuta) si può dire quali cambiamenti sono presenti in natura.

È possibile ascoltare il vento che soffia tra gli alberi e lungo le strade e il suono delle foglie che scroccano sotto i piedi. Si può sentire il lieve calo della temperatura, l'aumento della siccità, le raffiche di vento più forte. Si possono vedere i colori cangianti della terra, le foglie ingiallite sugli alberi, i rami flessi dal vento. Si possono gustare le deliziose bacche e la frutta di stagione e sentire l'odore della terra.

L'autunno è il momento in cui l'elemento Aria (vayu) è predominante, c'è più leggerezza, secchezza e freddezza. C'è anche la tendenza, per 'i venti di cambiamento', a soffiare sempre più irregolari. Queste qualità in natura hanno la tendenza ad aggravare Vata, che è il dosha associato principalmente al sistema nervoso. Vata regola anche i livelli di umidità nel corpo, il rilassamento e la buona digestione del cibo. L'autunno è naturalmente un momento di equilibrio Vata, e riduce i sintomi di vento, siccità ed il comportamento irregolare. Ricordate che in Ayurveda è controindicato l’accumulo dei dosha, che in tal caso diventano vostri 'nemici'!

Qualità di  autunno: Leggero, asciutto, fresco, irregolare, ruvido, mobile, sottile e chiaro

Anatomia dell’Aria: Vata può  accumularsi nei polmoni, sistema nervoso, cervello, intestino crasso, capelli, unghie, ossa, pelle e le mani. Ciò può causare la pelle particolarmente secca, costipazione e aumento dell'ansia, che può causare nervosismo e insonnia.

Fisiologia dell’Aria: la respirazione, la parola, l’impulso nervoso, il tatto, il movimento muscolare, il movimento del pensiero, la comunicazione cellulare, i rutti, il singhiozzo, e la flatulenza.

Psicologia dell’Aria: situata dietro il centro del petto nel plesso cardiaco è legata alle emozioni, sentimenti, comunicazione, la compassione, la sensibilità, l'empatia, l'amore, la psiche e ispirazione. L’esperienze di questi  sentimenti può essere migliorata con l'aumento naturale  che l'elemento aria può creare.

Sapore dell’Aria: Il vento  aumenta i sapori  pungenti, astringenti e amari che si trovano nelle spezie calde, nel tè nero e nelle insalate di verdure crude.

Asana dell’Aria: Per diminuire eccesso di vata  si praticano le asana a terra, queste posizione  permettono il massimo rilassamento, gli esercizi di apertura con movimenti  lenti utilizzando pratiche di respirazione lenta e costante.

Yoga per autunno

Una delle cause principali di malattia nell’Ayurveda è il vivere senza saggezza (pragnaparadha). Questo significa violare la vostra intuizione interiore, così come ignorare l’esperienza passata. Negare questo porta ad un inappropriato modo di agire per ciò che si è. Questo dà grande responsabilità sulla propria salute ed è uno strumento molto potente per prendere il controllo sulla salute. Classificati in questo gruppo ci sono anche il trattenimento dei bisogni naturali (vegavrodha), non ci si dovrebbe trattenere dalla necessità di bere, mangiare, starnutire, sbadigliare, piangere, urinare, defecare, ruttare, l'orgasmo, il sonno, la veglia e la respirazione a causa di sforzi più intensi. Questo non significa indulgere gratuitamente su tali esigenze, ma richiede di seguire le vostre esigenze fisiche senza lasciare che la vostra mente crei avversione ed intralcio. Una volta un insegnante mi disse "pascolate come una mucca e lasciate che il vostro spirito voli", che significa vivere semplicemente in base alle esigenze del vostro corpo e lasciare che la vostra coscienza fiorisca. Semplice e vero! Ayurveda e Yoga entrambi ci insegnano che la pratica di osservazione è un percorso di comprensione.

Routine autunnali:

E’ importante dire che i suggerimenti che seguono sono per l'equilibrio stagionale e che si deve sempre prestare attenzione a tutte le esigenze personali al sopra e al di là di queste. Se si dispone di una costituzione Vata ignorarle è a vostro rischio e pericolo! 
• svegliarsi presto, quando il mondo è ancora calmo, lavare i denti con la polvere per i denti  con liquirizia, Haritaki e menta. 
• Tenere un può d'olio di sesamo caldo in bocca per tre minuti . Sembra strano ma ha un effetto meravigliosamente nutriente sulla bocca, rafforza i denti e arresta il sanguinamento e la ritrazione delle gengive. 
• Una pratica specifica autunnale è quella di sciacquare la bocca con acqua e Haritaki (1 cucchiaino di polvere di Haritaki  sciolto in un mezzo bicchiere di acqua calda e lasciato al riposo per tutta la notte). Dopo il risciacquo si possono ingoiare alcuni sorsi della bevanda. Questa pratica ringiovanisce l’organismo e bilancia vata, inviando  verso il basso Apana Vata. Apana Vata è uno dei sottotipi di vata, che è responsabile dello spostamento dell’aria  verso il basso. L’aumento del  vento  in autunno può aggravare la stipsi, la pratica descritta sopra può essere molto utile per questo tipo di problema in questo  periodo dell'anno. 
• Massaggiare se stessi con olio di sesamo caldo o mahanarayana (olio medicato ayurvedico). Questo può compensare la tendenza alla secchezza della pelle, screpolature articolari e dolore muscolare, rigida generale. Lavarsi  con la doccia calda. Mettere una goccia di olio nelle narici e orecchie per compensare l'effetto dannoso degli elementi. Un olio speciale chiamato nasya nasale, che viene preparato con erbe che proteggono il naso e le orecchie da infezioni e può essere utile durante l'autunno. 
• Iniziate la pratica dello yoga con alcuni respirazione a narici alternate (nadi shodhana). Il Hathayogapradìpikà dice: "Con la pratica corretta del pranayama tutte le malattie sono sradicate ... .. Il vayu dovrebbe essere sapientemente inalato, esalato e conservato in miglior modo . "(HYP 16 e 18). Quale momento migliore di padroneggiare l'arte del respiro in autunno se non quando c'è un’alta concentrazione di prana nell'atmosfera?  Nadi shodhana fa quello che dice, purifica i canali dalle tossine, e soprattutto da vata-tossine che si accumulano dalle tensione e costrizione dei canali. Sappiamo tutti che la respirazione aiuta a rilassarsi, ma si rilassano anche i canali sottili che possono facilmente diventare ristretti e chiudersi. 
• Le asana che regolano vata e inviano apana vayu verso il basso: sono in particolare pawanmuktasana (Pawan significa "vento" , Mukta significa "Liberare", e asana significa "posizione", quindi è un gruppo di esercizi che liberano i gas e la flatulenza dal corpo), tutte le posizioni capovolte in cui la testa si muove sotto la vita (siccome l'aria si muove verso l’alto, invertendo la posizione del corpo ci può aiutare apana vayu spostarsi verso il basso), tutti questi esercizi aiutano a regolare samana vayu nell'intestino. Il saluto al sole  viene eseguito con lenti respiri in ogni posizione. E poi ripetere più spesso shavasana (posizione di cadavere)  a terra. 
• Applicare i profumi di  vetiver o l’olio essenziale al centro delle sopracciglia e la gola. 
• La vostra dieta autunnale dovrebbe essere costituita da cibi caldi e dolci, leggermente piccanti  e salati poichè questi sapori aumentano l'umidità e favoriscono l’equilibrio mentale.
• Rompere il digiuno con una piccola ciotola di porridge di avena, di riso o quinoa che può essere aromatizzata con sciroppo d'acero e cannella. 
• Prendere un cucchiaino di Chawanaprash (un tonico ayurvedico) al mattino per mantenere intatta la vostra energia e rafforzare il sistema immunitario in questo momento di cambiamento. Chawanaprash è un ottimo rimedio per la riduzione vata e mantiene la forza interiore. 
• Se siete facilmente destabilizzati dai cambiamenti nella stagione autunnale potreste soffrire dei sintomi vata squilibrato come insonnia, digestione irregolare, costipazione ed ansia allora il rimedio più famoso ayurvedico è Ashwagandha (Withania somnifera). E 'ottimo per calmare rafforzando allo stesso tempo, fornendo energia al contempo e risolvere i problemi del sistema nervoso. Si può prendere mattina e sera. E’ un'erba molto indicata per migliorare la stabilità e la forza nella vostra pratica yoga. 
• Per la cena o il pranzo i cibi più nutrienti sono verdure al vapore, zuppa o kichari. Kichari ricetta: 
1/3 tazza organici mung dal, 2/3 organico riso Basmati (o altri cereali), cotte in 3/4 tazze d'acqua (un rapporto di 1:3 o 1:4). 
Aggiungere 1/4 di cucchiaino per ciascuna delle seguenti spezie: curcuma organico, zenzero fresco, cumino e coriandolo tostato. Aggiungi ortaggi biologici di stagione: carote, barbabietole e zucca per una guarigione a tutto tondo, il fuoco digestivo, suscitato dal pasto, e forte e sano. Le regole sono di cuocere a fuoco molto basso in una casseruola coperta e non mescolare, dopo aver amalgamato tutti gli ingredienti (la cottura finisce con una poltiglia!). 
• Evitare troppa insalata cruda, bevande fredde, ghiaccio, fagioli, cibi fermentati e lievito in autunno in quanto possono causare gas e potrebbero destabilizzare la vostra digestione. 

Autunno è un momento idoneo per eseguire una pulizia stagionale per la preparazione all'inverno che segue.

Queste raccomandazioni sono simili alle raccomandazioni shat karma nella Hathayogapradìpikà per cancellare il flegma, la bile e il vento dal sistema. Un pratica molto semplice per pulire il proprio corpo, potrebbe essere quello di seguire le raccomandazioni di cui sopra, e prendere Triphala organico di notte per assicurarsi di avere una pulizia completa ogni mattina. Triphala è il rimedio più famoso Ayurvedica ed è una combinazione di tre frutti che disintossicano gentilmente il corpo e ringiovaniscono il sistema digestivo. Seguire questo programma per due settimane.

Al termine di un'intensa giornata farsi una deliziosa tazza di latte bollito con un pizzico di noce moscata e cardamomo per stabilizzarsi e cadere in un sonno tranquillo e beate notti..

da Kapil Bhardwaj

PrintEmail